SEO podcast: come aumentare la visibilità sul web

Parlare di SEO Podcast sembrava quasi un’utopia fino a qualche tempo fa. Molti podcaster, me compresa agli esordi del mio primo progetto, ignoravano che i meccanismi di questa strategia si potessero applicare anche al mondo dei podcast.

Eppure, oggi anche i contenuti audio possono beneficiare di una visibilità organica sul web. Basta adottare qualche piccolo accorgimento in fase di creazione del podcast per ottenere già dei risultati.

Te ne parlo in questo articolo, svelandoti come usare la SEO nel podcast per migliorare la discovery nel web. Prima però apriamo una parentesi su cos’è la SEO.

Cos’è la SEO

La SEO (Search Engine Optimization) è l’insieme di strategie volte a ottimizzare il tuo sito web per rendere più facile ai motori di ricerca trovarlo, leggerlo e comprenderlo. In pratica l‘obiettivo della SEO è aumentare la visibilità organica per classificare il tuo sito in una posizione più alta rispetto alla concorrenza nelle classifiche di ricerca.

Questo è importante perché essere tra i primi 3 risultati nella SERP (Search Engine Results Page) significa accaparrarsi il 75% del traffico degli utenti e aumentare le possibilità di fatturato.

Per farlo bisogna agire su diversi fattori di ranking, tra cui ad esempio:

  • struttura del sito web
  • codice HTML
  • qualità dei contenuti testuali
  • gestione dei link

Dal momento che Google è il motore di ricerca più usato al mondo, le attività SEO riguardano lo studio del suo algoritmo sia a livello tecnico che semantico. Anche Google è un’azienda e il suo obiettivo è soddisfare al meglio i bisogni dei suoi clienti, noi. Per questo ogni volta che l’utente digita sui motori di ricerca una domanda (search intent), i contenuti che rispondono meglio alle sue esigenze sono quelli premiati tra le prime posizioni.

Parlando di siti web e di contenuti testuali è facile intuire quali sono gli elementi su cui lavorare per migliorare la visibilità organica. Risulta più difficile immaginare come possa applicarsi ai contenuti audio. Tuttavia è possibile.

Come si può usare la SEO nel podcast? Agendo su alcuni elementi fondamentali:

  • il titolo
  • il piano editoriale
  • il sito web
  • i meta dati strutturati
  • la piattaforma di Google podcast manager.

Partiamo da quest’ultimo punto.

Google Podcast Manager

Google Podcast Manager è la piattaforma Google di ascolto dei podcast cui è possibile trasmettere il feed RSS per la distribuzione online. Anche se non è ancora la piattaforma la più utilizzata per gli ascolti, se il podcast è presente, digitandone il nome nella SERP è possibile ascoltare direttamente le singole puntate della serie.

I podcaster che distribuiscono i loro contenuti su GPM possono accedere a informazioni importanti. Da maggio 2020, Google l’ha ristrutturata completamente implementando una serie di dati statistici sui contenuti audio su di essa fruiti:

  • numero di ascolti per puntata
  • durata media di riproduzione
  • dispositivo utilizzato.

Ma l’elemento differenziante rispetto ad altre piattaforme è l’indicazione dei termini di ricerca.

La discovery dei podcast nelle altre piattaforme di ascolto (Apple podcast, Spotify, Spreaker per citarne alcune) non funziona come nei motori di ricerca di Google. Mentre sul web basta inserire una parola di riferimento (magari scritta anche in modo scorretto) per avere una serie di suggerimenti sullo stesso argomento, nella ricerca sugli altri distributori di podcast non è così.
Se non si inserisce la chiave secca o il termine corretto, non si troverà alcun contenuto corrispondente. Questo è un problema che si spera si risolverà nel futuro, ma intanto Google ci viene in aiuto anche sui podcast.

Nella sua piattaforma è possibile vedere con quali termini di ricerca gli utenti hanno trovato il tuo podcast sul web. Questo vuol dire che se sfrutti bene la SEO nel podcast, i risultati possono essere premianti.

Più le chiavi di ricerca usate sono pertinenti al contenuto del tuo podcast, maggiori saranno possibilità che sia trovato. Dove puoi inserire le chiavi di ricerca giuste? Te lo spiego nei prossimi paragrafi.

Intanto puoi consultare la guida ufficiale di Google per conoscere tutti gli elementi necessari per inserire il tuo podcast sulla sua piattaforma e amplificare la discovery sul web.

Vuoi strutturare un piano SEO per la tua comunicazione?

SEO podcast nella scelta del titolo

Il titolo del podcast è una delle prime armi a disposizione per migliorarne la visibilità sul web e va sfruttata al massimo del suo potenziale. Il motivo è semplice. Rispetto al titolo di un blog o di un sito web, che pur essendo di fantasia trascina il traffico grazie ai contenuti testuali in esso contenuti, il podcast non ha necessariamente tanti elementi descrittivi su cui basare il traffico.

Il titolo è la prima cosa con cui il podcast può essere trovato dagli utenti, purché rispetti alcuni requisiti. Ne parlo in dettaglio nell’audio corso riservato alla mia community, ma in questo articolo ci concentreremo sulla componente SEO.

Facciamo un esempio, se l’argomento del tuo podcast è la psicologia ma lo intitoli “Colloqui della mente”, difficilmente chi cercherà argomenti di psicologia troverà nella SERP il tuo podcast. La chiave di ricerca non comprende elementi di base concreti che gli utenti cercherebbero. A meno che qualcuno già non conosca il nome del tuo podcast, nessun nuovo utente lo scoprirebbe nel mare dei contenuti web.

Il piano editoriale del podcast in ottica SEO

Se il titolo del podcast è la prima arma da usare, i titoli dei singoli episodi sono strettamente correlati con la SEO. In ogni singola puntata si sviluppa un argomento ben specifico che può essere ricercato dall’utente: sfruttalo come chiave di ricerca.

Secondo l’ultima analisi pubblicata da Ipsos a fine 2020, il 37% degli utenti ha scoperto nuovi podcast ricercando su internet l’argomento di interesse. Dunque, senza le chiavi di ricerca giuste non ti troveranno mai.

Come si trovano le keyword più interessanti? Se non sei un esperto puoi usare alcuni SEO tool gratuiti:

  • ubersuggest: inserendo una parola chiave ti restituisce un elenco di parole correlate con i relativi volumi di ricerca mensili fatti dagli utenti.
  • Answer the public: fornisce in tempo reale le domande degli utenti in relazione a un argomento.
  • Google Suggest: è il suggeritore di Google che indica cosa cercano gli utenti su argomenti correlati alla keyword.

Nella SEO, l’elemento che è più a sinistra in un titolo ha maggior peso rispetto a tutto ciò che è a destra. Questo funziona perché attrae maggiormente l’attenzione di chi legge, visto che in occidente la lettura avviene da sinistra verso destra. Ciò vuol dire che nella definizione dei titoli del podcast dovrai inserire tra le prime parole l’argomento principale, la tua keyword. Puoi prendere spunto dal criterio usato nel titolo di questo stesso articolo.

Cosa evitare nel titolo di episodio podcast:

  • numero puntata (es.: 01 – titolo della puntata)
  • data
  • nome della serie podcast ripetuta su tutti gli episodi.

Il sito web: alleato nella SEO podcast

Usare il sito web per promuovere e distribuire i contenuti audio è un altro modo utile per sfruttare la SEO nel podcast. Molti podcaster hanno creato una sezione di un loro sito esistente per ospitare la serie oppure hanno implementato un sito dedicato al progetto.

I vantaggi di avere un sito web per il podcast sono:

  • creare contenuti testuali delle singole puntate: non una mera trascrizione dell’audio ma un articolo di blog che sfrutti keyword correlate che ampliano il campo semantico dell’argomento trattato.
  • Usare i metadati (o dati strutturati) per ciascun episodio: sono markup che consentono ai motori di ricerca di comprendere il significato di alcune informazioni contenute nel web e mostrarle agli utenti sotto forma di rich snippet.
  • Usare link SEO friendly parlanti che esplicitano l’argomento trattato.

Nella guida di supporto di Google sull’uso della sua piattaforma podcast troverai anche i dettagli per implementare correttamente i dati strutturati sul tuo sito web per il podcast.

Conclusioni

La SEO è complessa e le buone pratiche per aumentare la visibilità includono diversi fattori anche perché l’algoritmo di Google è in continua evoluzione. Se stai pensando di usare il podcast come strumento di marketing, ti servirà mettere a punto un piano SEO studiato per la tua strategia di comunicazione. Io posso aiutarti a definirla.
Contattami per un colloquio gratuito.


Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere i prossimi via email!